Disdetta Contratto ENEL Energia: Procedura, Modello, Tempi e Costi

Hai necessita di effettuare la disdetta del contratto di Enel Energia per la fornitura di corrente elettrica? In questa guida di approfondimento andremo a vedere la procedura completa per il recesso del contratto, quali sono i documenti da presenentare e il Modulo da scaricare e compilare, vedremo inoltre quali sono i tempi di lavorazione della domanda e quali sono le varie modalità che il cliente ha a disposizione per poter inviare la lettera di disdetta, infine andremo a vedere anche se ci sono costi da sostenere ed in quali casi.

Può capitare a tutti di avere la necessità di disdire un contratto con la società Enel, come ben saprai Enel è uno dei maggiori fornitori di luce e gas in Italia ed ogni anno stipula milioni di contratti su tutto il territorio. Ci sono però dei casi in cui è necessario eseguire la disdetta del contratto semplicemente perché non ci serve più usufruire dei loro servizi e per farlo ci sono diverse modalità.

In questo articolo andremo a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulla disdetta Enel, come farla, quando possiamo farla e quali sono i tempi e i modi della richiesta. Prosegui questo articolo e scopri tutto ciò che c’è da sapere su un eventuale disdetta del servizio Enel.

Quando è possibile disdire il contratto Enel?

Come abbiamo anticipato Enel è uno dei principali erogatori di energia elettrica e di gas sul territorio italiano. Un utente non è obbligato ad eseguire entrambi i contratti con questo istituto ma può benissimo affidare alla società solamente uno dei due menzionati sopra o anche nessuno.

Nel caso però disponiamo di un contratto con Enel dobbiamo prima di tutto sapere che Enel si divide in due grandi aziende Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale, per questo in base al gestore che hai scelto avrai a disposizione determinate modalità di recessione dal contratto.

Quando possiamo disdire il contratto? Il contratto Enel possiamo disdirlo in qualsiasi momento senza pagare alcuna penale.

In genere si decide di recedere dal contratto in caso di morte o in caso di trasloco. Come ben saprai ogni contratto di luce e gas è legato strettamente all’immobile dove è stato attivato, quindi in caso ci trovassimo di fronte alla necessità di cambiare appartamento dovremo chiudere il vecchio contratto ed aprirne uno nuovo nel nuovo appartamento.

Cosa si intende con disdetta del contratto e cosa comporta?

La disdetta del contratto prevede l’apposizione di determinati sigilli sia sul contatore elettrico che sul contatore del gas che impediscono l’emissione di energia elettrica e di gas all’interno dell’appartamento. Verrà perciò bloccata ogni tipo di emissione e nell’appartamento non vi sarà ne luce ne gas. Inoltre si interromperà il contratto e quindi l’emissione delle fatture ad esso correlate.

Come eseguire la disdetta del contratto Enel Energia?

Sia per il contratto di luce che per il contratto di gas sono disponibili diverse modalità di disdetta del contratto. Vediamo nello specifico come funziona ogni modalità, così che tu possa scegliere quella più idonea alle tue esigenze.

  • Contattando il centralino di Enel Energia al numero 800900860
  • Inviando il modulo di disdetta ed inviarlo all’indirizzo mail enelenergia@enel.com
  • Sul sito ufficiale di Enel dove è possibile compilare l’apposito modulo di richiesta di disdetta online.
  • Recandoti presso gli sportelli Punto Enel o Punto Enel Partner presente nel tuo comune di residenza.
  • Se sei iscritto al sito Enel puoi inviare la richiesta anche tramite la tua area clienti online ma è possibile farlo solamente per gli appartamenti ad uso civile.

Come disdire un contratto con Servizio Elettrico Nazionale

Se abbiamo stipulato un contratto con Servizio Elettrico Nazionale, le opzioni di disdetta sono differenti dalle precedenti. Ecco perciò come andrà eseguita la richiesta:

  • Possiamo optare per richiedere la disdetta attraverso il sito principale della società.
  • Attraverso il centralino raggiungibile al numero 800900800
  • Via Email compilando il modulo e spedendolo all’indirizzo email allegati@servizioelettriconazionale.it
  • Spedire una raccomandata all’indirizzo Servizio Elettrico Nazionale S.p.A. Casella Postale 1100- 85100 Potenza.

Come deve essere compilato il modulo?

Il modulo di disdetta conterrà determinati dati che permettono di identificare perfettamente il contratto stipulato, in particolare conterrà questi dati che sono disponibili solo al proprietario del contratto:

  • Numero del contratto
  • Numero POD della luce o PDR del gas, sono indicati in bolletta e devi fornire i dati in base al tipo di contratto stipulato luce o gas, oppure entrambi.
  • Indirizzo di attivazione del contratto.
  • Codice Fiscale dell’intestatario del contratto
  • Lettura del contatore, possibilmente attuale
  • Indirizzo dove poter inviare la bolletta conclusiva del contratto
  • Il giorno ipotizzato da cui far partire la disdetta del contratto, è possibile che tu richieda la disdetta mentre sei ancora nell’appartamento quindi la società ti permette di scegliere una data dalla quale far partire la disdetta che sia diversa da quella della comunicazione di disdetta.

Quando sarà attiva la disdetta del contratto?

La disdetta del contratto verrà attivata entro 30 giorni dalla ricezione della disdetta. A questo punto l’Enel o il Servizio Elettrico Nazionale provvederà ad avvisare il proprietario dei contatori, che varia a seconda della zona di residenza, che provvederà alla chiusura dei contatori e all’apposizione dei vari sigilli.

Costo della disdetta del contratto?

La disdetta del contratto ha un costo di 23 euro più IVA, questo importo viene addebitato direttamente nell’ultima bolletta che riceverai. È un importo definito onere amministrativo stabilito dall’ARERA ed è uguale per tutti i fornitori di energia o gas.

C’è la possibilità che vengono inseriti ulteriori costi fissi in bolletta dovuti ai gestori di zona.

Leave a Reply